Cerca
  • Ale Torrini

Fiume: " Danubio "


“Se poniamo a confronto il fiume e la roccia, il fiume vince sempre, non grazie alla sua forza ma alla perseveranza.” Buddha

Il Danubio, Dal cuore dell'Europa al Mar Nero


Lunghezza: 2.858 Km Bacino idrografico: 801.463 Km² Maggiori affluenti: Inn, Drava, Tibisco, Sava, Siret, Prut.

Stati: Germania, Austria, Slovacchia, Ungheria, Croazia, Serbia, Romania, Bulgaria, Moldavia, Ucraina. Sorgente: Donaueschingen (Germania) Foce: Mar Nero Portata media alla foce: 6.546 m³/s


Il Danubio è il secondo fiume più lungo d'Europa dopo il Volga, nasce nella parte sud-occidentale della Germania prima di dirigersi verso oriente e raggiungere il Mar Nero dopo ben 2.858 chilometri di corso. Anche se è distante come lunghezza dai maggiori fiumi mondiali ha comunque un primato, quello di bagnare più Nazioni, dieci, anche se la Moldavia per appena 570 metri! Nell'ordine si tratta di Germania, Austria, Slovacchia, Ungheria, Croazia, Serbia, Romania, Bulgaria, Moldavia ed Ucraina. Come detto in precedenza il Danubio nasce in Germania, ad una quota relativamente bassa, 1.078 metri sul livello del mare, dall'unione di Brigach e Breg, due brevi corsi d'acqua che nascono nella catena montuosa della Foresta Nera e 'danno vita' al grande fiume nel comune di Donaueschingen. Dopo aver attraversato la parte meridionale della Germania, proprio sul confine, a Passau, il Danubio riceve le acque di Ilz e soprattutto Inn, uno dei suoi maggiori affluenti, che ne aumenta così decisamente la portata media. Sempre dirigendosi verso est il Danubio tocca varie città, in Austria Linz e la capitale Vienna, che in passato grazie a questo importante fiume ha potuto sviluppare un fiorente commercio sia verso la parte occidentale dell'Europa, che verso quella orientale; qualche decina di chilometri dopo anche la capitale slovacca Bratislava. Poco prima di Budapest c'è il primo importante cambio di direzione col fiume che taglia in due l'Ungheria da nord a sud, prima di riprendere il suo orientamento verso oriente, che sarà quello preponderante fino ad una quarantina di chilometri dal Mar Nero in Romania, dove il Danubio risale verso nord prima di terminare finalmente la sua corsa con un delta fitto di canali ed isole; in precedenza tocca la sua ultima capitale, Belgrado, in Serbia. Vista la lunghezza del fiume i paesaggi attraversati sono molteplici, ad esclusione di quelli prettamente montani; il Danubio è inoltre quasi interamente navigabile, se si eccettua il primo tratto tedesco fino ad Ulm. Uno dei paesaggi più pittoreschi lo possiamo osservare nella Wachau in Austria, vallata inserita nel Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, ricca di vigneti e che conserva tuttora i caratteristici aspetti medievali di un tempo. Un altro tratto molto interessante ed in cui si può imbarcarsi per una crociera alla scoperta di 3 capitali europee è quello fra Vienna, Bratislava e Budapest, in Ungheria in particolare il Danubio si insinua fra alcune colline formando delle spettacolari anse, prima di raggiungere la maggiore città, nonchè capitale del Paese, nata dall'unione di Buda e Pest, città separate fra loro proprio dal Danubio e collegate attraverso diversi ponti, fra cui il celebre Ponte delle Catene; trovate diverse foto incentrate sul Danubio nella nostra galleria fotografica dell'Ungheria. Dopo una porzione di corso abbastanza tranquilla fin oltre la capitale serba Belgrado, il Danubio si inoltra in una zona più turbolenta, lungo il condine serbo-rumeno e che segna la divisione fra Carpazi e Balcani, le Porte di Ferro, una serie di gole in cui il fiume si stringe ed in cui si trovano falesie a strapiombo sul Danubio alte fino a 500 metri; in quest'area è stata completata nel 1972 la costruzione di una diga che ha innalzato di conseguenza il livello dell'acqua del fiume, allargandone anche il letto. Poco prima di Tulcea, in Romania, il Danubio si ramifica in tre rami dando origine ad un vasto delta, ricchissimo di flora e fauna, specialmente uccelli, qui si trova infatti una delle più importanti aree mondiali di sosta lungo le rotte migratorie. Il Delta del Danubio è Patrimonio dell'Umanità dal 1991, con quasi 3.000 Km² strettamente protetti. Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede un turismo di tipo ecologico e che si sposa benissimo con questo grande fiume, il cicloturismo, ovviamente servirebbe molto tempo per un viaggio completo lungo le rive del Danubio, ma già una settimana sarà sufficiente per assaporare i suoi paesaggi e panorami, grazie anche alla presenza capillare di piste ciclabili, in special modo in Germania ed Austria.


Fonte: https://www.globalgeografia.com/


Austria, dove il Danubio è più bello In Austria il Bel Danubio Blu attraversa le regioni dell’Alta Austria, della Bassa Austria e di Vienna. In questi 360 km offre splendidi scenari naturali. Il Danubio è strettamente legato all’Austria, e non solo grazie ai famosi valzer di Johann Strauss figlio. I 360 km del tratto austriaco regalano un paesaggio fra i più belli del lungo corso del fiume. Ideali per trekking, cicloturismo, tour enogastronomici, vacanze in nave. Spesso celebrato da musica, arte e letteratura, da sempre grande via di comunicazione. Nessun altro fiume, nella sua corsa verso il mare, attraversa un così gran numero di paesi come il Danubio. Il suo percorso - 2.888 chilometri dalla sorgente alla foce, da ovest verso est – si snoda in 10 stati. Un’arteria di comunicazione europea che unisce armoniosamente popoli, religioni e culture diversi. Tutta la storia dell’Europa centrale è stata scritta sulle sponde del grande fiume e lo scambio secolare tra popoli e culture hanno lasciato tracce visibili ancora oggi. Il Danubio è fiancheggiato da testimoni del passato: imponenti monasteri, magnifici castelli, palazzi sontuosi. Di questi tesori culturali molti sono stati lasciati dai sovrani d’Europa, tra cui gli Asburgo. Lo confermano gli splendidi edifici e i tesori artistici della "Strada degli Imperatori e dei Re", che conduce dalla medievale Ratisbona, in Germania, a Budapest, la capitale ungherese, passando per Passau e Vienna. Paesaggi fluviali incontaminati, come le pittoresche zone umide del Danubio difese da un parco nazionale, e regioni di incomparabile bellezza come la selvaggia e romantica Wachau, insieme alle innumerevoli opportunità di escursioni in città e paesi, rendono questo viaggio un’esperienza indimenticabile.

1. In bici sulla pista ciclabile del Danubio

Incantevoli vallate, pittoresche fattorie e monasteri barocchi offrono uno scenario fantastico per un tour in bici in Austria. La pista ciclabile del Danubio inizia nel centro storico di Passau al confine con la Germania e continua lungo il Bel Danubio Blu fino alla romantica Vienna, una distanza di circa 300 km. Si dice che sia il giro in bici più famoso e bello d’Europa: tranquille valli, pianure fertili e vigneti terrazzati si alternano a fattorie e magnifici monasteri. Lungo il percorso, anche tanti affascinanti centri storici e villaggi, tra quelli in cui trascorrerete la notte. La pista ciclabile è ottimamente segnalata, in gran parte priva di traffico, con facili tappe giornaliere. Elementi che la rendono ideale per le vacanze in famiglia.

2. Trekking lungo il Donausteig

Gli appassionati di escursionismo seguono il Danubio con il sentiero a lunga percorrenza Donausteig. Lungo circa 450 chilometri, si snoda da Passau attraverso i pendii boschivi dell’alta valle del Danubio, supera Linz e raggiunge Grein. A Schlögen è d’obbligo una sosta: il punto panoramico che domina dall’alto la Schlögener Schlinge offre una vista mozzafiato sulla straordinaria ansa del Danubio. Altrettanto affascinante la Wachau, Patrimonio UNESCO, con vigneti, antichi terrazzamenti in pietra, borghi e importanti tesori culturali. Il trekking Donausteig presenta percorsi adatti a camminatori ambiziosi, ma anche a famiglie con bambini e escursionisti tranquilli, aiutati da una rete ben collegata di bus, treni e battelli di linea.

3. Trekking nella Wachau, tra Danubio, vini e albicocche

Camminare da un paese all’altro, attraversando i pittoreschi borghi vinicoli e le deliziose cittadine rinascimentali. Percorrere ombrosi sentieri, tra giardini fioriti e vigneti inondati di sole, maestose abbazie e sontuosi castelli. Con negli occhi la sinuosa valle del fiume e tanti deliziosi punti di ristoro: dalle caratteristiche osterie, gli Heurigen, agli spacci delle aziende vinicole, dalle accoglienti trattorie a premiati ristoranti gourmet. Dal 2010 gli amanti del trekking hanno un nuovo sentiero, il Welterbesteig Wachau. Lungo 180 chilometri suddivisi in 14 tappe, porta alla scoperta di una regione straordinaria, la Wachau. Non a caso, dal 2000 parte del Patrimonio UNESCO.

4. Momenti deliziosi: cosa mangiare sul Danubio

In Alta Austria potete sperimentare la diversità culinaria del Danubio. Grazie a maestri cioccolatieri e pasticceri, pionieri del vino e orticoltori, grandi chef. La regione del Danubio nella Bassa Austria è celebre per la sua antica cultura del vino e le cantine all’avanguardia. Potrete gustare prelibatezze culinarie come le albicocche della Wachau, il pesce fresco di acqua dolce, gli asparagi di Marchfeld.

5. Scoprite la città di Linz

Con le sue diverse e innovative offerte culturali, la capitale dell’Alta Austria sul Danubio dimostra bene il fascino creato dall’interazione di culture, generi artistici e media diversi. Che si tratti del Festival Ars Electronica, dell’Università di arte e design della città, o delle mostre all’avanguardia nel Museo Lentos, Linz è da tempo una tappa obbligata per gli appassionati d’arte. Come per gli amanti della musica: qui sono nate le opere immortali di Anton Bruckner e le innovazioni rivoluzionarie della musica elettronica. Tra gli highlight musicali della città spicca il Linz Music Theater, il teatro dell’opera più moderno d’Europa. Questa fusione di vari periodi storici e culture è evidenziata anche nelle tradizioni culinarie della regione.

6. Il Danubio a Vienna, dove divertirsi

Già da un decennio le rive del Donaukanal fanno da sfondo alla movida notturna estiva di Vienna. Trovate vere spiagge cittadine, con tanto di sabbia, chioschi con tavoli e sdraio sulla rena, battelli fluviali con piscina per nuotare sull’acqua del canale, ottimi ristoranti. Come lo Strandbar Herrmann, che regala feeling da vacanza con cocktail freschi e piatti sfiziosi, e il Badeschiff, dotato di piscina, area party sotto coperta, buon ristorante. Rinnovata anche la nuova stazione d’attracco Wien City, che si estende tra i ponti Marienbrücke e Schwedenbrücke per una lunghezza di 126 metri. Al pontile attraccano i catamarani della Twin City Liner e gli altri battelli turistici viennesi. La futuristica stazione fluviale offre anche una sosta gastronomia, al Motto am Fluss, dalle forme che ricordano una nave. Propone cucina creativa in un ambiente dal design sofisticato, dove l'acciaio delle lampade contrasta con le poltroncine anni '50 e il pavimento a scacchi dal sapore retrò.


Fonte: https://www.austria.info/



4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti