Cerca
  • Ale Torrini

Ieri, oggi e domani...

Come vogliamo chiamarla?... Poesia?!?


Quando il vento accarezza le stelle i primi pensieri si muovono piano, quasi impacciati e un po timorosi di mettere in imbarazzo questo splendore lunare.

Come fossi un libro segreto accarezzi le mie pagine con mano lieve...

Volano leggere come rondini le parole del poeta e come rondini volteggiano nel cielo e nel vento.

Volano leggere come battiti d'ali di farfalle, si posano sul foglio bianco e forse è così che nasce una poesia, disegnando in pochi istanti un cielo fino a quel momento privo di colori...

Sono oceani i ricordi del mio ieri.

Mari i sogni del mio domani.

Di freschi fiumi e fertili terreni parla il mio oggi, chiare maree quelle che fin qui mi hanno portato...

Ancora incerto il mio domani.

Costante l'esigenza di dare un'impronta al mio presente.

Inevitabile dare un senso al mio futuro.

E camminare così nelle parole, con un'immagine di me che è solo mia, mascherandomi dietro al sole che sorge, con un sorriso...

Ragione e fantasia...

Verità e mutamento...

Anima e pensiero...

Vita e silenzio...

Io...

Io che spero di riuscire a realizzare i sogni che ho ancora da scoprire...

Che il tempo mi permetta di sorridere col sereno nel cuore...

Che guardare l'orizzonte mi allarghi la mente senza avere il vuoto dentro...

Che i giorni che verranno siano solo nuovi giorni, ricchi di colori sfolgoranti e meravigliose sfumature... Sfumature delicate, contornate da stelle che ti seguono silenziose e ben nascoste nel cuore...

Come tinte di quadri che rappresentano speranze dietro angoli di cielo...

Semplici tracce d'amore dipinte su quella tela bianca che è la vita...

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti