Cerca
  • Ale Torrini

Le "Grotte di Longmen "in Cina

Chi abita in un nido conosce i venti, chi abita in una grotta conosce le piogge...

Proverbio cinese

Grotte di Longmen

Le grotte e le nicchie di Longmen contengono la più grande e impressionante collezione di arte cinese della tarda dinastia Wei settentrionale e Tang (316-907).

Queste opere, interamente dedicate alla religione buddista, rappresentano l'apice della scultura su pietra cinese.


Eccezionale valore universale

Breve sintesi

Le grotte di Longmen, situate su entrambe le sponde del fiume Yi a sud dell'antica capitale di Luoyang, nella provincia di Henan, comprendono più di 2.300 grotte e nicchie scavate nelle ripide scogliere calcaree su un tratto lungo 1 km. Questi contengono quasi 110.000 statue di pietra buddiste, più di 60 stupa e 2.800 iscrizioni scolpite su stele. Luoyang fu la capitale durante la tarda dinastia Wei settentrionale e l'inizio della dinastia Tang, e il periodo più intenso di intaglio risale alla fine del V secolo fino alla metà dell'VIII secolo. Le prime grotte scolpite tra la fine del V e l'inizio del 6 th secoli nelle scogliere di West Hill includono Guyangdong e le tre grotte di Binyang, tutte contenenti grandi figure di Buddha. La grotta di Yaofangdong contiene 140 trattamenti di registrazione di iscrizioni per varie malattie e malattie. Il lavoro sulla scultura in questa grotta è proseguito per un periodo di 150 anni, illustrando i cambiamenti nello stile artistico. Gli stili scultorei scoperti nelle grotte buddiste della dinastia Tang nel VII e VIII secolo, in particolare le sculture giganti nella grotta Fengxiansi, sono gli esempi più rappresentativi dell'arte dei templi rupestri reali, che è stata imitata da artisti di varie regioni . I due stili artistici scultorei, il precedente "Stile della Cina centrale" e il successivo "Stile Great Tang" hanno avuto una grande influenza all'interno del paese e in tutto il mondo,

Criterio (i) : Le sculture delle Grotte di Longmen sono una manifestazione eccezionale della creatività artistica umana.

Criterio (ii) : Le Grotte di Longmen illustrano la perfezione di una forma d'arte di lunga data che doveva svolgere un ruolo molto significativo nell'evoluzione culturale in questa regione dell'Asia.

Criterio (iii) : L'alto livello culturale e la società sofisticata della Cina della dinastia Tang sono racchiusi nelle eccezionali sculture in pietra delle Grotte di Longmen.

Integrità

Le grotte, le statue di pietra, le stele e le iscrizioni sparse a East Hill e West Hill a Longmen sono state ben conservate. L'area di proprietà e la zona cuscinetto conservano i loro paesaggi naturali e l'ambiente ecologico che esiste dalla fine del V secolo. Le opere dell'uomo e della natura sono state armoniosamente unite e i paesaggi possiedono un'elevata integrità.

Autenticità

Nella continua evoluzione delle Grotte di Longmen, gli elementi estetici e le caratteristiche dell'arte dei templi rupestri cinesi, tra cui la disposizione, il materiale, la funzione, la tecnica tradizionale e l'ubicazione, e il legame intrinseco tra la disposizione e i vari elementi sono stati preservati e superati Su. Sono stati compiuti grandi sforzi per mantenere l'aspetto storico delle grotte e preservare e tramandare la cultura buddista originaria e le sue funzioni spirituali ed estetiche, aderendo sempre al principio del "Mantenere la condizione storica".

Requisiti di protezione e gestione

In quanto uno dei siti protetti a priorità statale della Cina, le grotte di Longmen hanno ricevuto protezione a livello nazionale ai sensi della legge della Repubblica popolare cinese sulla protezione delle reliquie culturali . Gli strumenti legali locali come i regolamenti della città di Luoyang sulla protezione e la gestione delle grotte di Longmen hanno assicurato il sistema di protezione legale. L'Agenzia di Gestione del Ministero della Cultura della RPC lavora con l'Istituto di Ricerca della città di Luoyang insieme a squadre di professionisti sulla protezione, pubblicità, educazione e presentazione delle Grotte. L'Agenzia di Gestione ha redatto il Piano di Conservazione delle Grotte di Longmen, e secondo questo piano sono state rafforzate le capacità di ricerca, compresa l'analisi del meccanismo di degrado delle grotte, il monitoraggio ambientale, i materiali di conservazione e le misure di controllo. Sulla base dei risultati della ricerca sulla capacità di carico turistica, la capacità di apertura dell'area immobiliare è effettivamente controllata; sono stati ridotti al minimo gli effetti negativi sul patrimonio prodotti da diversi tipi di fattori avversi; l'ambientazione delle grotte è tutelata; e viene mantenuto un equilibrio razionale ed efficace tra tutela e valorizzazione del luogo del patrimonio.


Fonte: https://whc.unesco.org/




Le Grotte di Longmen ( cinese semplificato :龙门石窟; cinese tradizionale :龍門石窟; pinyin : Lóngmén Shíkū ; lett . "Grotte della Porta del Drago") o Grotte di Longmen sono alcuni dei migliori esempi di arte buddista cinese. Ospitando decine di migliaia di statue del Buddha Shakyamuni e dei suoi discepoli, si trovano a 12 chilometri (7,5 miglia) a sud dell'attuale Luoyang nella provincia di Henan , in Cina.

Le immagini, molte un tempo dipinte, erano scolpite come rilievi rupestri esterni e all'interno di grotte artificiali scavate nelle scogliere calcaree dello Xiangshan (香山) e del Longmenshan , che corrono da est a ovest. Il fiume Yi (cinese:伊河) scorre verso nord tra loro e l'area era chiamata Yique (伊阙; 'La porta del fiume Yi'). Il nome alternativo di "Dragon's Gate Grottoes" deriva dalla somiglianza delle due colline che frenano il flusso del fiume Yi con le tipiche " torri del cancello cinese " che un tempo segnavano l'ingresso di Luoyang da il Sud. Ci sono fino a 100.000 statue all'interno delle 2.345 grotte, che vanno da 1 pollice (25 mm) a 57 piedi (17 m) di altezza. L'area contiene anche quasi 2.500 stele e iscrizioni , da cui il nome "Foresta delle antiche stele", oltre a oltre sessanta pagode buddiste . Situate in un ambiente naturale panoramico, le grotte sono state scavate da un tratto di scogliera di 1 chilometro (0,62 miglia). che corre lungo entrambe le sponde del fiume. Il 30% risale al Wei settentrionale e il 60% alla dinastia Tang , le grotte di altri periodi rappresentano meno del 10% del totale. A partire dalla dinastia Wei settentrionale nel 493 d.C. mecenati e donatori includevano imperatori, Wu Zetian, membri della famiglia reale, altre famiglie ricche, generali e gruppi religiosi.

Nel 2000 il sito è stato inserito nell'elenco del patrimonio mondiale dell'UNESCO come "una manifestazione eccezionale della creatività artistica umana", per la sua perfezione di una forma d'arte e per la sua incapsulazione della raffinatezza culturale della Cina Tang. Questo complesso è una delle tre grotte notevoli in Cina. Le altre due grotte sono le grotte di Yungang vicino a Datong nella provincia dello Shanxi e le grotte di Mogao vicino a Dunhuang nella provincia di Gansu . La valle formata dal fiume Yi racchiusa da due catene montuose di Xiangshan (a est) e Longmenshan (a ovest) ha pendii ripidi sui pendii occidentali e orientali lungo il fiume. Yi è un affluente che scorre a nord del fiume Luo. Le grotte si formano in 1 km del tratto di questo fiume e sono state scavate su entrambe le sponde, in formazioni calcaree creando le Grotte di Longmen. La maggior parte dei lavori è stata eseguita sulla sponda occidentale, mentre le grotte della sponda orientale, in numero minore, servivano da residenze per i grandi gruppi di monaci. All'interno delle circa 1.400 grotte, ci sono 100.000 statue, alcune delle quali sono alte solo 1 pollice (25 mm), mentre la più grande statua del Buddha è alta 57 piedi (17 m). Ci sono anche circa 2500 stele e 60 pagode. Le grotte si trovano su entrambi i lati del fiume Yi. Cinquanta grotte di grandi e medie dimensioni sono visibili sulle scogliere della collina occidentale che sono attribuite alle dinastie settentrionale, Sui e Tang, mentre le grotte sulla collina orientale furono interamente scolpite durante la dinastia Tang. La pletora di grotte, sculture e pagode nelle Grotte di Longmen raffigura una definita "progressione nello stile" con le prime grotte semplici e ben sagomate con incisioni di statue di Buddha e persone religiose. Il cambio di stile è più evidente nei periodi della dinastia Tang, che sono "più complessi e incorporano anche donne e figure di corte". Le grotte sono state numerate in sequenza da nord a sud lungo la sponda occidentale del fiume Yi. L'ingresso alle grotte è dall'estremità settentrionale.

Storia antica

La prima storia della creazione delle Grotte di Longmen viene fatta risalire al regno dell'imperatore Xiaowen della dinastia Wei settentrionale quando spostò la sua capitale a Luoyang da Dàtóng; Il valore simbolico di Luoyang è sostenuto dal fatto che è stata la capitale storica per 13 dinastie. Le grotte furono scavate e scolpite con soggetti buddisti nel periodo dal 493 d.C. al 1127 d.C., in quattro fasi distinte. La prima fase iniziò con la dinastia Wei settentrionale (493–534). La seconda fase vide un lento sviluppo delle grotte poiché vi furono interruzioni dovute a conflitti nella regione, tra il 524 e il 626, durante il regno della dinastia Sui (581–618) e la prima parte della dinastia Tang (618–907). La terza fase, è stata durante il regno della dinastia Tang, quando il buddismo cinese fiorì e vi fu un proliferare di grotte e incisioni dal 626 alla metà dell'VIII secolo. L'ultima fase, che era la quarta, proveniva dalla parte successiva del dominio dinastico Tang che si estendeva al dominio della dinastia Song settentrionale , che vide un declino nella creazione di grotte. Si è conclusa a causa della guerra intestina tra le dinastie Jin e Yuan . Il Guyangdong o Tempio di Shiku, attribuito all'imperatore Xiaowen, fu il primo tempio rupestre ad essere costruito al centro del piano meridionale della collina occidentale. L'imperatore Xuanwu del Wei settentrionale seguì questa attività e scavò altre tre grotte, due in memoria di suo padre, l'imperatore Xiaowen, e una in memoria di sua madre; tutte e tre le grotte sono raggruppate sotto il titolo di "Tre grotte di Binyang" (Binyangsandong), che furono costruite dall'imperatore in un periodo di 24 anni. Oltre il 30% delle grotte viste ora sono state costruite durante questo periodo. Nel 527 furono completate le grotte di Huangfugong o Shikusi, una grande grotta. È una grotta ben conservata situata a sud della collina occidentale. Nel 675, la grotta di Fengxiansi, al piano meridionale della collina occidentale, fu completata durante il dominio della dinastia Tang. Questo segnò la terza fase della creazione e il periodo di punta della creazione dei gottoe. Si stima che il 60% delle grotte viste a Longmen sia sorto in questo periodo dal 626 al 755. Durante questo periodo, oltre alle grotte che ospitavano statue di Buddha di varie dimensioni, furono costruiti anche alcuni templi buddisti in spazi aperti con scenografie ambientazioni nello stesso complesso. Tuttavia, questi sono ora per lo più in rovina. Durante questa fase, l'imperatore Gaozong e l'imperatrice Wu Zetian furono determinanti nell'intensificare l'attività quando governavano da Luyong.

Storia successiva

Durante il periodo dal 1368 al 1912, quando due dinastie governarono in Cina, vale a dire la dinastia Ming dal 1368 al 1644, e la dinastia Qing dal 1644 al 1912, ci fu una rinascita culturale e le Grotte di Longmen ricevettero riconoscimenti sia a livello nazionale che internazionale . Durante la seconda guerra sino-giapponese , i giapponesi saccheggiarono il sito e riportarono molte delle statue in Giappone. Molte di queste reliquie sono ora nei musei giapponesi. Il vandalismo si è verificato negli anni '40, a seguito di disordini politici. Con l'istituzione della Repubblica popolare cinese nel 1949, le grotte sono state dichiarate area protetta e sono in fase di conservazione. La Costituzione cinese , ai sensi dell'articolo 22, che tra l'altro prevede anche la protezione dei siti del patrimonio naturale, è stata ulteriormente definita in base a vari strumenti giuridici emanati per proteggere e conservare questo patrimonio culturale della Cina. La Longmen Relics Care Agency è stata fondata nel 1953 sotto il Ministero della Cultura. Un inventario del sito del 1954 è stato intrapreso dal nuovo Ufficio per la gestione e la conservazione delle reliquie culturali delle grotte di Longmen. Il Consiglio di Stato ha dichiarato le Grotte di Longmen come monumento culturale nazionale che necessita di protezione speciale nel 1961. Nel 1982 è stato dichiarato uno dei primi gruppi di zone panoramiche ad essere protetto a livello statale. L'ufficio di gestione e conservazione è stato ribattezzato Longmen Grottoes Research Institute nel 1990; e il governo popolare della città di Luoyang è diventato responsabile della gestione dei monumenti del patrimonio. L'organizzazione governativa è stata ribattezzata Longmen Grottoes Research Academy nel 2002. Durante il periodo degli Stati Combattenti il generale Bai Qi di Qin una volta sconfisse le forze alleate di Han e Wei nel sito. Il sito è stato oggetto di atti vandalici significativi in ​​diversi momenti della sua storia. I principali manufatti sono stati rimossi dai collezionisti occidentali e dai cacciatori di souvenir all'inizio del XX secolo. Anche le teste di molte statue furono distrutte durante la Rivoluzione Culturale . Si dice che due murales prelevati dalle grotte siano esposti al Metropolitan Museum of Art di New York e al Nelson-Atkins Museum of Art di Kansas City, Missouri .


Ci sono diverse grandi grotte con notevoli esposizioni di sculture buddiste e iscrizioni calligrafiche.

Alcune delle principali grotte e l'anno in cui sono iniziati i lavori al loro interno includono: Guyang-dong (493), Binyang-dong (505), Lianhua-dong (520s), Weizi-dong (522), Shiku -si (520s), Weizi-dong (520s), Shisku (520s), Yaofang-dong (570), Zhaifu-dong (ca. 636), Huijian-dong (630s), Fahua-dong (650s), Fengxian- si (672), Wanfo-si (670-680), Jinan-dong (684), Ganjing-si (684) e Leigutai-dong (684). Le grotte di Guyang, Binyang e Lianhua sono a forma di ferro di cavallo.

Guyangdong

Guyangdong, o Grotta di Guyang, o Grotta del Sole Vecchio, è registrata come la più antica grotta di Longmen con incisioni nello stile del Wei settentrionale. È anche la grotta più grande, situata nella parte centrale della collina occidentale. Fu scolpito per ordine dell'imperatore Xiaowen. La prima scultura in questa grotta calcarea è stata datata al 478 d.C., durante il periodo in cui si pensa che l'imperatore Xiaowen avesse spostato la sua capitale da Datong a Luoyang. Le statue buddiste nelle nicchie di questa grotta sono molto ben scolpite. Qui si trovano anche 600 iscrizioni in bella calligrafia di scritti in stile Wei settentrionale. Molte delle sculture all'interno della grotta furono donate dai reali; gruppi religiosi hanno sostenuto questa attività. La grotta ha tre immagini molto grandi: l'immagine centrale è del Buddha Sakyamunicon Bodhisattva su entrambi i lati. Le caratteristiche delle immagini sono indicative dello stile Wei del Nord, tipicamente di figure snelle ed emaciate. Ci sono circa 800 iscrizioni sulle pareti e nelle nicchie all'interno della grotta, la maggior parte in qualsiasi grotta in Cina. Vi sono due file di nicchie sulle pareti settentrionali e meridionali della grotta, che ospitano un grandissimo numero di immagini; gli artisti hanno registrato i loro nomi, le date e le ragioni per scolpirli.

Binyang

Binyang ha tre grotte, la grotta di Binyang settentrionale, la grotta di Binyang centrale e la grotta di Binyang meridionale , di cui la grotta di Binyang centrale è la più importante.

Binyangzhongdong

Binyangzhongdong ( cinese :宾阳中洞) o la grotta di Binyang centrale , è scolpita in stile Datang sulla collina occidentale, al piano settentrionale. Fu costruito dall'imperatore Xuanwun per commemorare suo padre Xiaowen e anche sua madre. Si dice che 800.000 lavoratori l'abbiano creata nel periodo dal 500 al 523. Nella parete principale di questa grotta sono scolpite cinque statue buddiste molto grandi, tutte in stile Wei settentrionale La statua centrale è del Buddha Sakyamuni con quattro immagini di Bodhisattva ai lati . Due pareti laterali hanno anche immagini del Buddha affiancate dal Bodhisattva. I Buddha, disposti in tre gruppi nella grotta, sono rappresentativi dei Buddha del passato, del presente e del futuro. Il baldacchino del tetto è disegnato come un fiore di loto. C'erano due grandi bassorilievi di processioni imperiali, che includevano l'imperatore Xiaowen, l'imperatrice vedova Wenzhao e i defunti genitori dell'imperatore in adorazione. I rilievi furono completamente rubati a metà degli anni '30. La processione dell'imperatore è ora al Metropolitan Museum of Art di New York e due terzi di quella dell'imperatrice si trova al Nelson-Atkins Museum of Art di Kansas City. Mentre alcune statue sono scolpite con " lineamenti lunghi, facce magre, abiti a coda di pesce e tracce di influenza greca", altre sono in stile naturale del periodo Tang e pesantemente costruite.

Binyangnandong

Binyangnandong (宾阳南洞), o la grotta di Binyang meridionale , ha cinque immagini molto grandi che furono scolpite da Li Tai , il quarto figlio dell'imperatore Taizong di Tang , il primo imperatore Tang. Li fece nel 641 dC in memoria di sua madre, l' imperatrice Zhangsun . L'immagine centrale in un aspetto sereno è quella del Buddha Amitabha seduto su un piedistallo circondato da Bodhisattva, anch'esso dall'aspetto sereno in una miscela degli stili Wei settentrionale e della dinastia Tang.

Fengxian

Fengxian, o Feng Xian Si (奉先寺), o grotta Li Zhi è la grotta dell'adorazione degli antenati, che è la più grande di tutte le grotte scolpite sulla collina occidentale costruita tra il 672 e il 676 per l'imperatrice Wu Zetian. Si dice che le incisioni siano il massimo della perfezione architettonica della dinastia Tang. Il santuario all'interno della grotta misura 39 m x 35 m. Ha la più grande statua del Buddha alle Grotte di Longmen. Delle nove enormi statue scolpite, l'impressionante immagine del Buddha Vairocana è scolpita sulla parete di fondo del Fengxian. L'immagine è alta 17,14 m e ha orecchie lunghe 2 m. Un'iscrizione alla base di questa figura indica il 676 come anno di intaglio. Il Bodhisattva a sinistra dell'immagine principale del Buddha è decorato con una corona e perle. Viene anche mostrata una persona divina che calpesta uno spirito malvagio. I lineamenti principali dell'immagine Vairocana sono paffuti e di espressione pacifica e naturale. Ognuna delle altre grandi statue è scolpita con espressioni che corrispondono ai loro ruoli rappresentativi. Questi furono scolpiti per ordine dell'imperatrice Wu Zetian e sono considerati rappresentativi in ​​modo univoco dello "stile vigoroso, elegante e realistico" della dinastia Tang. L'enorme statua di Vairocana è considerata "la quintessenza della scultura buddista in Cina".

La statua di Vairocana riporta anche alla sua base i nomi degli artigiani che qui lavoravano, il nome dell'imperatore Gaozong, che ne fu il donatore, e onora anche Wu Zetian. Si dice che Wu Zetian abbia donato "ventimila fili del suo rossetto e denaro in polvere" per completare questo edificio. Quindi, si ipotizza che il Buddha Vairocana sia stato scolpito per assomigliare all'imperatrice stessa e definito una "Monna Lisa cinese, Venere o come la Madre della Cina". Tutte le immagini qui, che rimangono intatte, proiettano carattere e animazione. Statue di Kasyapa e Ananda, i due principali discepoli di Vairocana e di due Bodhisattva con corone fiancheggiano la statua principale, oltre a numerose immagini di "lokapala (guardiani o re celesti), dvarapala (guardie del tempio), deva volanti e numerose altre figure".

Altri

Huangfugong

Huangfugong, o Shikusi, una grotta con tre pareti e tre nicchie, situata a sud della collina occidentale, fu scavata nel 527. Fu completata in un tratto come una singola unità ed è molto ben conservata. Ci sono sette Buddha scolpiti sull'architrave che danno l'aspetto di una finitura in legno. Nella sala principale si vedono sette immagini molto grandi con l'immagine del Buddha affiancata da due Bodhisattva e due discepoli. Si vedono anche immagini di gruppi buddisti nelle nicchie della grotta. Nel tetto è scolpito un disegno molto grande di un fiore di loto, affiancato da otto apsara musicali (spiriti dell'acqua o ninfe). Fu creato da Huangfu Du, zio dell'imperatrice Hu .

Wan-fo-dung

Wan-fo-dung ("Grotta dei diecimila Buddha"万佛洞), o Yung-lung-tung, fu costruito nel 680 da Gaozong e Wu Zetian. Ospita 15.000 Buddha scolpiti in piccole nicchie, diverse l'una dall'altra, con il Buddha più piccolo alto 2 centimetri (0,79 pollici).

Yaofangdong

Yaofangdong (药方洞), o Grotta delle prescrizioni mediche, ha piccole iscrizioni di 140 prescrizioni mediche per un'ampia gamma di problemi medici dal comune raffreddore alla follia. Questi sono visti scolpiti proprio all'ingresso su entrambe le pareti. Queste incisioni sono datate dal tardo periodo Wei settentrionale all'inizio della dinastia Tang.

Qianxisi

Raggiungibile tramite moderne scale di cemento sulla parete di una scogliera, Qianxisi, o Hidden Stream Temple Cave, è una grande grotta sul bordo settentrionale della collina occidentale. Realizzata durante il regno di Gaozong (653–80), la grotta ha una statua di un enorme Buddha seduto, dei primi tempi Tang (Amitabha Buddha), affiancato da statue del Bodhisattva Avalokitesvara e Mahasthamaprapta . Le statue sono scolpite con un'espressione sofisticata tipica dello stile Tang. Potrebbe essere stato sponsorizzato dalla principessa Nanping, con il beneficiario Gaozong, suo padre recentemente scomparso.

Lianhua

La Lianhua o Grotta del Fiore di Loto (莲花洞), datata 527, appartiene al periodo Wei settentrionale. La Grotta ha un grande fiore di loto scolpito in altorilievo sul soffitto. Diversi piccoli Buddha sono scolpiti nella parete sud. Si vedono anche santuari nella parete sud e nord nelle nicchie.

Laolong

Il Laolong o la Grotta del Vecchio Drago (老龙洞) creata durante il periodo della dinastia Tang, dal nome dell'Antico Palazzo del Drago, ha molte nicchie risalenti al regno di Gaozong.

Templi

Tempio Xiangshan

Ci sono diversi templi alle Grotte di Longmen. Alcuni importanti includono il tempio Xiangshan, il tempio del giardino Bai e la tomba di Bai Juyi . Altri sono il tempio di Tongle, iniziato sotto l'imperatore Mingyuan; Templi Lingyan e Huguo, sotto l'imperatore Wencheng; il tempio di Tiangong, sotto Xiaowen; e il tempio di Chongfu, sotto Qianer.

Tempio Xiangshan

Il tempio Xiangshan è uno dei primi dieci templi di Longmen. Si trova nella parte centrale della collina orientale. Il nome "Xiangshan" deriva dal nome delle spezie "Xiangge" che si trovano ampiamente su questi pendii collinari. Fu ricostruito qualche tempo nel 1707, durante il regno della dinastia Qing, modellato su un vecchio tempio che esisteva lì. L'amministrazione delle grotte di Longmen, ha ampliato il tempio nel 2002, aggiungendo il "Campanile, la Torre del Tamburo, la Sala dell'Ala, la Sala di Mahavira e la Sala delle Nove Persone, Diciotto Arhat, la Villa di Chiang Kai-shek e Soong Mei-ling " . Le nuove aggiunte includevano passerelle, muro composto e una nuova porta dall'estremità meridionale del tempio.

Tempio del giardino di Bai

Bai Garden è un tempio situato sul picco Pipa, a nord della collina orientale (collina Xiangshan). Fu ricostruito nel 1709 da Tang Youzeng della dinastia Qing. Il tempio è circondato da una fitta vegetazione di pini e cipressi.

Tomba di Bai Juyi

La tomba di Bai Juyi sulla sponda orientale è quella del famoso poeta durante la dinastia Tang che visse a Luoyang durante i suoi ultimi anni. La tomba si trova sulla cima della collina. Ci si avvicina dalla riva occidentale dopo aver attraversato un ponte sul fiume Yi. La tomba è un tumulo circolare di terra di 4 metri di altezza con una circonferenza di 52 metri. La tomba è alta 2,80 metri e ha inciso il nome del poeta come Bai Juyi.

Conservazione e restauro

Uno dei maggiori successi in questa direzione è il riconoscimento dato ai monumenti dall'UNESCO per aver dichiarato le Grotte di Longmen un monumento del patrimonio, dopo una debita valutazione nel corso di un periodo, e iscrivendole nella Lista del Patrimonio Mondiale. Il riconoscimento si basa sui Criteri (i), (ii) e (iii): "Criterio (i), le sculture delle Grotte di Longmen sono una manifestazione eccezionale della creatività artistica umana; Criterio (ii) le Grotte di Longmen illustrano la perfezione di una forma d'arte di lunga data che doveva svolgere un ruolo altamente significativo nell'evoluzione culturale di questa regione dell'Asia; e il Criterio (iii), l'alto livello culturale e la società sofisticata della Cina della dinastia Tang è racchiuso nelle eccezionali sculture in pietra di le Grotte di Longmen". Dal 1951 le Grotte di Longmen sono state oggetto di numerosi sforzi concertati di identificazione, delimitazione, pianificazione e realizzazione di opere di restauro. Per cominciare, è stata istituita una stazione di monitoraggio meteorologico vicino alle grotte per valutare le condizioni ambientali prevalenti nell'area e pianificare misure di ripristino adeguate . A ciò sono seguiti intensi lavori di restauro, inizialmente sotto forma di rafforzamento delle basi rocciose per fermare le infiltrazioni d'acqua dai tetti e dai lati delle grotte. La vegetazione ricoperta di radici è stata ripulita. Nuovi mezzi di accesso alle grotte sono stati installati sotto forma di ringhiere, marciapiedi e passerelle con gradini. Tutti gli sforzi intrapresi dal governo cinese negli ultimi quasi sei decenni ha garantito la conservazione delle grotte in uno stato di conservazione abbastanza presentabile. Tutto ciò è stato ottenuto grazie all'azione integrata di tre istituzioni, vale a dire: la China Institution of Cultural Relics Protection, che ha fornito gli input scientifici professionali, la China University of Geosciences e la Longmen Cultural Relics Care Agency. I fondi per gli studi ei lavori di restauro sono stati previsti nell'ambito dei piani quinquennali e decennale rivisti approvati dal governo popolare della città di Luoyang nel 1999.


Fonte: https://en.wikipedia.org/




5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti