Cerca
  • Ale Torrini

Ricette...

Iniziamo con i piatti Coreani?

Ma si!!! Iniziamo da quelli che ho provato personalmente e sono... Favolosi!!!


Bungeoppang (붕어빵) è un nome coreano per il taiyaki giapponese, un dolce a forma di pesce particolarmente popolare nelle strade invernali della Corea. Per cucinare il bungeoppang è necessario disporre di uno stampo /tegame a forma di pesce e poiché deve essere utilizzata su un fornello a gas, se hai un piano cottura elettrico o a induzione, avrai anche bisogno di un fornello a gas portatile.

INGREDIENTI PER 6 / 7 PORZIONI

Pastella

1 tazza (125 g / 4,4 once) di farina semplice o farina per dolci (*vedi nota), setacciata

2 cucchiaini di lievito in polvere, setacciato

1/4 cucchiaino di sale marino fino

175 ml di latte o acqua

3 cucchiai di zucchero semolato

1 cucchiaio di burro fuso

1 uovo

Opzioni di ripieno (usare circa 1 cucchiaio scarso di ripieno per pesce)

pasta di fagioli rossi zuccherata

crema pasticciera

cioccolato

Nutella

prosciutto e formaggio (per ripieni di tipo salato)

Unire tutti gli ingredienti della pastella in una ciotola di medie dimensioni. Mescolateli bene. Trasferite il composto in una caraffa con beccuccio per versarlo facilmente. Preriscaldare una padella per bungeopang a fuoco medio-basso. Spennellare velocemente la padella con un po' di burro fuso o olio di sesamo o di semi (mai olio extravergine perché troppo saporito). Versare il composto di pastella sulla teglia. Coprire solo circa il 50% della padella. Aggiungi il ripieno a tua scelta, quindi aggiungi altro composto di pastella in cima per coprire lo stampo per pesci. Chiudete la padella e girarla velocemente. Cuocere su entrambi i lati della padella finché la pasta di pesce non diventa dorata (circa 2 minuti per lato). Sfornare la pasta di pesce e farla raffreddare brevemente sulla griglia. Servire.

A seconda della consistenza che preferisci, puoi usare farina normale o farina per dolci. La farina normale conferisce una consistenza leggermente più soffice, come i pancake in stile occidentale. D'altra parte, la farina per dolci ti darà una consistenza leggermente croccante e meno pastosa. Inoltre, puoi anche aggiungere un po' di farina di riso dolce per una consistenza simile al mochi.

Io per adesso ho provato solo con farina normale, a breve proverò con altre farine. Come proverò con la composta di fagioli azuki, visto che ho provato solo crema pasticcera e Nutella (favolosi con entrambi gli ingredienti).


Jumeokbap – ( 주먹밥 ) sono gustose sfere di riso con alghe, kimchi o altri ingredienti, perfette per un pranzo veloce, nelle dosirak o per un picnic. Si possono personalizzare con gli ingredienti preferiti.

Per 8 jumeokbap circa:

250 g di riso originario

2 fogli di alga Kim ( Nori)

1 cucchiaino di semi di sesamo tostati

1 cucchiaio di olio di sesamo (metà da mettere sui guanti per arrotolare i jumeokbap)

sale q.b.

Procedimento:

Cuocere il riso al vapore e metterlo da parte.

Tritare grossolanamente l’alga

In una ciotola mescolare il riso, l’alga, metà cucchiaio di olio di sesamo, semi di sesamo e un pizzico di sale

Utilizzare un guanto da cucina e spargere un po’ di olio di sesamo per non far attaccare il riso.

Prendere un cucchiaio del mix dalla ciotola (riso tiepido) e fare delle sfere, premendo leggermente per renderle compatte.

Ripetere per tutte le sfere.

Buon appetito!


Pajeon (파전), un tipo di pancake coreano ( chiamato “pizza coreana”), fatto con cipollotti tagliati fini e una pastella di farina (di grano e di riso), acqua e sale. Esistono molti tipi diversi di pancake (jeon): alcuni sono fatti con frutti di mare (haemul pajeon), oppure con carne di manzo o di maiale ed infine con il kimchi. Il pancake con i cipollotti è quello più semplice da preparare. Questi pancake sono spesso accompagnati da bevande alcoliche come birra o vino di riso (makgeolli) e, secondo i coreani, sono un pasto perfetto per i giorni di pioggia.

Ingredienti per 2 Pajeon da 30cm

6 cipollotti (o cipolla tagliata fine)

130 gr farina di grano (1 tazza)

50 gr farina di riso

1 tazza di acqua fredda (250 ml)

2 cucchiaini di sale

1 peperoncino piccante fresco o 1/2 cucchiaino polvere

2 uova

Procedimento:

Preparare la pastella mescolando acqua, le due farine setacciate, utilizzando una frusta in modo da non far formare grumi. La pastella deve essere della giusta consistenza, quindi non troppo densa né troppo acquosa.

Aggiungere il sale e lasciar riposare

Pulire i cipollotti sotto acqua corrente ed asciugarli.

Tagliare i cipollotti in modo da creare delle strisce

Tagliare la cipolla sottile

Aggiungere la cipolla alla pastella e mescolare

In una padella antiaderente, scaldare abbondante olio a fuoco medio

Versare un cucchiaio di pastella a zig zag sulla padella

Riporre parte dei cipollotti e sistemarli paralleli.

Versare 1 o 2 cucchiai di pastella

Con un cucchiaio di legno, premiamo leggermente il pancake in modo da far disporre la pastella e cuocere in maniera omogenea e per dargli una forma rotonda

Sbattere le due uova e versarne metà sul pancake

Quando una parte sarà dorata e croccante, girarla e cuocere anche l’altro lato.

Servire ben caldo!


Il pajeon viene di solito servito con una salsina dove intingere il pancake. Per preparare la salsina mescoliamo 2 cucchiai di salsa di soia, 1 di aceto di mele o di riso, un cucchiaino di semi di sesamo tostati ed un peperoncino piccante fresco tagliato a fettine. o in polvere( dose secondo i gusti)


Conosci il Gimbap (김밥, o Kimbap? È un piatto che potrebbe ricordare il sushi ma non ha niente a che fare con esso. La parola kimbap significa alga (KIM) e riso (BAP), questi sono gli ingredienti sempre presenti, mentre il ripieno può variare, ma in genere è composto da spinaci, frittata, carote e, a scelta, carne, tonno, surimi e altri ingredienti. Solitamente i coreani gustano il kimbap come spuntino, come cibo d’asporto, addirittura lo danno ai figli per la merenda scolastica. Tagliato a fette va preso con le bacchette o con le mani e mangiato in un sol boccone, niente forchetta mi raccomando.

Ingredienti:

4 fogli alga nori

250 g riso

2 uova

2 carote

200 g spinaci (surgelati)

45 g surimi (facoltativo)

800 ml acqua (per la cottura del riso)

2 cucchiaini sale grosso

q.b. pepe

1 cucchiaio olio di sesamo

1 cucchiaino sale fino

1 cucchiaio semi di sesamo

1 cucchiaio aceto di riso

Lava il riso più volte in modo che perda tutto l’amido, l’acqua del risciacquo deve rimanere limpida. Fai cuocere il riso a vapore (io lo cuoco come per il sushi: riso in un tegame antiaderente, acqua due dita sopra il riso, girare una sola volta quando inizia a bollire e poi lasciar cuocere a fuoco basso per circa 10 min, controllare la cottura, lasciar riposare 6 minuti, togliere dal fuoco e ghiacciare velocemente vicino ad un ventilatore, condito con un cucchiaio di aceto di riso e smosso dal basso verso l'alto delicatamente con un cucchiaio di legno perché non si spezzino i chicchi.)

In un’altra pentola porta in ebollizione l’acqua, sala e fai cuocere gli spinaci. In una ciotola sguscia le uova e sbattile con una frusta, aggiungi un pizzico di sale e uno di pepe. Olia leggermente una padella e fai cuocere le uova formando una frittatina. Taglia la frittata in striscioline. Pulisci le carote, lavale e taglia anch’esse per il senso della lunghezza in piccole strisce. Se vuoi prepara altri ingredienti come tonno, carne di manzo, surimi da aggiungere al ripieno. Se usi la carne cuoci le fettine in padella e taglia a striscioline.

Stendi un foglio da alga nori sulla stuoia di bambù o semplicemente su di un piano e distribuisci il riso ben schiacciato. Aggiungi i vari ingredienti preparati, ben allineati. Arrotola ben stretto. Procedi allo stesso modo fino ad esaurire gli ingredienti. Taglia a fettine di circa 1 centimetro e mezzo. Distribuiscili su di un piatto, spennella con olio di sesamo e spolvera con semi di sesamo. Servili accompagnati da salsa di soia.

Io li lascio anche interi o tagliati a metà ma... E' questione di gusti!

Conservazione:

Se vuoi puoi preparare i kimbap il giorno prima, conservarli in frigo avvolti in pellicola trasparente e tagliarli prima del consumo.


Impariamo a fare i ravioli coreani (Mandu) con questa ricetta davvero semplice.

Il ripieno di questi ravioli coreani può essere fatto con tantissimi ingredienti diversi, dalla carne di maiale e/o manzo, al tofu o ai gamberetti. Possono essere aggiunte anche le verdure, come zucchine, cavolo cinese e perfino i noodles di patate. E non dimentichiamo anche quelli con il kimchi!

Anche per quanto riguarda la preparazione, possiamo farli al vapore (jjinmandu 찐만두), che è anche il mio metodo di cottura preferito per i mandu, in padella (군만두, gun mandu) o bolliti (mul mandu 물만두). Davvero tante opzioni sia per quanto riguarda gli ingredienti che per il tipo di cottura! Ovviamente vengono anche utilizzati come ingredienti di zuppe come il mandu tteok guk, per esempio. Spesso i mandu vengono preparati in grandi quantità e poi surgelati per cucinarli successivamente. Un modo perfetto per avere un pasto delizioso e pronto in pochi minuti!

Per l’impasto (30 mandu):

300 grammi farina 00

circa 200 ml di acqua calda

1 cucchiaino di sale

Per il ripieno:

150 grammi di carne di maiale macinata

125 grammi di tofu

erba cipollina q.b. (in alternativa 1 cipollotto)

1/2 cucchiaino di sale

1/2 cucchiaino di pepe

1 cucchiaio di olio di sesamo

100 grammi cavolo cappuccio

1 uovo (opzionale)

Per prima cosa tritiamo il cavolo cappuccio, aggiungiamo del sale e lasciamo a macerare in uno scolapasta per circa 30 min in modo tale da far perdere l’acqua in eccesso. Strizziamo e mettiamo da parte Asciughiamo il tofu con della carta da cucina e tritiamo grossolanamente con il coltello (alternativamente possiamo usare le mani). Strizzare per eliminare il liquido in eccesso e mettere da parte.

Cominciamo a preparare l’impasto. Versiamo il sale nell’acqua calda (presa direttamente dal rubinetto) e mescoliamo. Versare in una ciotola la farina ed aggiungere a poco a poco l’acqua mescolando continuamente. Lavorare l’impasto fino a creare un sfera abbastanza liscia (aggiungere farina se necessario). Coprire la ciotola con la pellicola trasparente e lasciar riposare per circa 30 min. Prepariamo l’impasto mescolando la carne macinata, l’erba cipollina tritata, il cavolo cappuccio e il tofu. Aggiungiamo sale, pepe e olio di sesamo e mescoliamo (Potete anche usare un tritatutto per pochi secondi per rendere il ripieno più omogeneo). Ora prepariamo i dischi di pasta per i dumplings. Tagliamo l’impasto in 4 e facciamo dei cilindri di circa 2,5/3 cm di diametro (più o meno regolari). Tagliamo delle fette di circa 1cm di spessore. Appiattire e stendere con il matterello per creare dei dischi, cercando di fare il bordo più sottile. Ciò eviterà che, quando uniremo i lembi dei nostri dumplings, non saranno troppo spessi e potrebbero non cuocersi in maniera uniforme. Prepariamo tutti i dischi ricoprendoli con un po’ di farina e della pellicola trasparente per non farli seccare. Prendiamo un disco e posizioniamo un cucchiaino pieno di ripieno al centro. Pieghiamo a metà e uniamo le estremità per creare il raviolo. Continuare così per il resto dei dischi!

Abbiamo deciso di cuocerli al vapore ma se preferite potete bollirli o cuocerli in padella. Nella nostra vaporiera abbiamo messo un paio di foglie di cavolo cappuccio in modo tale da non far attaccare i dumplings alla pentola. Cuocere per circa 10 minuti e servire ancora caldi. Servire con intingolo fatto con salsa di soia, olio di sesamo, peperoncino in polvere e un po’ di aceto di riso.


Una dritta: ho trovato un sito in cui si comprano ingredienti favolosi coreani e non, e soprattutto i dischi di pasta pronti per fare questi Mandu.

Si risparmia tempo e... Arrabbiature di vario genere.

www.orientalitalia.com


Gaji namul – melanzane con salsa piccante (가지나물) – è un piatto casereccio della cucina coreana, preparato spesso con altri banchan, per accompagnare il riso al vapore bap. Un contorno facile da preparare, gustoso e leggermente piccante.

Ingredienti per 3/4 persone:

3 melanzane (possibilmente lunghe)

2 cipollotti

2 spicchi d’aglio

2 cucchiai salsa di soia

1 cucchiaino polvere di peperoncino

2 cucchiaio olio di sesamo

1 cucchiaio semi di sesamo tostati

PREPARAZIONE:

Tagliare le melanzane a strisce regolari con la buccia

Metterle a cuocere in una vaporiera per circa 10 minuti

Nel frattempo preparare la salsa: tritare aglio, affettare i cipollotti e mescolare insieme in una ciotola con la salsa di soia, l’olio di sesamo, il peperoncino e i semi di sesamo tostati

Quando le melanzane saranno cotte, rimuovere dalla vaporiera e far raffreddare un po. Successivamente tagliamo la buccia utilizzando le mani e mescoliamo il tutto insieme alla salsa.

Si accompagnano con riso a vapore.


Bulgoghi (불고기, letteralmente "carne al fuoco") consistente in sottili fette di carne di manzo marinate e grigliate, ed è forse il piatto di carne più rinomato in Corea. Il bulgogi può essere preparato anche con carne di maiale (돼지불고기, dwaeji bulgogi), mentre l'osam bulgogi (오삼불고기) si cucina con calamari e pancia di maiale, grigliati e serviti con verdure. Nel villaggio di Eonyang (Ulju-gun), invece, ha avuto origine il bassak bulgogi (바싹 불고기; lett. "carne asciutta"): la carne viene tagliata finemente, marinata, compattata come un hamburger e cotta in padella fino all'evaporazione dei liquidi, poi rotta a bocconcini prima di essere consumata.

Ingredienti per 4 persone:

Per la carne

manzo, straccetti (controfiletto) 600 g cipollotto 1 carota 1 cipolla ½ olio di semi q.b. cavolfiore (vari colori) 300 g

Per la marinatura

succo di pera 4 cucchiai zucchero 2 cucchiai rasi miele di acacia 2 cucchiai pepe macinato 1 grosso pizzico

Per la salsa

salsa di soia 4 cucchiai cipollotto tritato 1 aglio tritato 1 spicchio semi di sesamo 1 cucchiaino

Mettere gli ingredienti della marinatura dentro una ciotolina e mischiali con un cucchiaio, sciogliendo lo zucchero e il miele. Tagliare la parte bianca dei due cipollotti a fettine trasversali e la parte verde in pezzetti di 3-4 cm. Porre gli straccetti di manzo in una ciotola capiente e aggiungi la marinatura, poi mischia il tutto amalgamando per bene gli ingredienti e lascia riposare per almeno 10 minuti. Trascorso il tempo indicato, aggiungi alla carne la salsa di soia, la parte verde dei cipollotti, l’aglio tritato e i semi di sesamo e mescola bene gli ingredienti. Riduci il cavolfiore in piccole cimette e lessale in acqua bollente salata per pochi minuti; scolale quando saranno ancora croccanti. Sbuccia la carota e tagliala a fettine trasversali e taglia la cipolla a filetti. Scalda una padella capiente e aggiungi un filo di olio di semi poi aggiungi tutte le verdure e saltale a fiamma viva per pochi minuti, giusto il tempo di caramellare. Togli le verdure dalla padella e tienile da parte. Nella stessa pentola aggiungi un filo di olio di semi e scaldalo, poi unisci gli straccetti di manzo con tutta la marinatura. Cuoci la carne a fuoco alto e quando sarà ancora leggermente rosata (ci vorranno pochi minuti), aggiungi le verdure, salta tutto assieme per un altro minuto e spegni il fuoco.

Impiatta il tuo bulgoghi, cospargilo con dei semi di sesamo tostati e servilo immediatamente accompagnandolo, se vuoi, con del riso bianco.


Siti di ricette coreane (già provate):

https://mykoreankitchen.com/

https://www.kimchiebasilico.it/

https://www.soniaperonaci.it/




5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti