top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreAle Torrini

Settembre

Nonostante sia tradizionalmente associato con la fine dell’estate e l’imminente arrivo dell’autunno, settembre a me è sempre parso un mese di inizi, una sorta di primavera.

(Mohsin Hamid)

Settembre è il nono mese dell'anno secondo il calendario gregoriano, durante il quale inizia la scuola, l'estate lascia spazio all'autunno ed il segno della Bilancia segue a quello della Vergine. Il nome deriva dal latino september, a sua volta da septem, "sette", perché era il settimo mese del calendario romano, che iniziava con il mese di marzo. Nel 37 l'imperatore Caligola mutò il nome del mese in "Germanico" in onore dell'omonimo padre, ma alla morte dell'imperatore il nome tornò quello originale. Nell'89 il nome fu nuovamente cambiato in "Germanico", questa volta per celebrare una vittoria dell'imperatore Domiziano sui Chatti, ma anche Domiziano fu assassinato e il nome del mese ripristinato. Destino breve ebbe anche la riforma del calendario operata da Commodo, nella quale il mese di settembre prendeva il nome di Amazonius. Nel medioevo settembre era rappresentato da un gruppo di persone intente alla vendemmia, mentre nell'antica Grecia si celebravano feste in onore di Demetra, dea delle messi ( identificata con la dea latina Cerere). É il mese durante il quale le giornata si accorciano e l'aria diventa via via più fredda, la natura si prepara al lungo sonno dell'inverno; è il mese dei colori, dei profumi, degli ultimi frutti estivi. Anche Settembre abbonda di detti e proverbi. Tra questi vi cito:

Settembre caldo e asciutto maturare da ogni frutto

A Settembre che è esperto non viaggia mai scoperto

Settembre, per il povero è già inverno

Se in Settembre senti tonare tini e botti puoi preparare

Di settembre e d'agosto, bevi il vin vecchio e lascia stare il mosto

Di Settembre l'uva rende e il fico pende

Da Settembre prima la bianca, che di pendere è già stanca (riferito all’uva)

Pioggia in Settembre poco acquista e nulla rende

Chi lavora di settembre, fa bel solco e poco rende

Di Settembre la notte col dì contende

Di settembre o porta via i ponti o secca le fonti

La pioggia di settembre è veleno per l'uva

L’uva settembrina, è fragola zuccherina

A settembre pioggia e luna, è dei funghi la fortuna.

Quando la cicala canta in settembre, non comprare grano da vendere

Aria settembrina fresco la sera e fresco la mattina

Brache, tela e meloni in settembre non son buoni

Ogni uccello di settembre è beccafico

Se fa bello per San Gorgone (6 Settembre) la vendemmia va benone

Se piove per San Gorgonio (9 settembre), tutto l'ottobre è un demonio

Santa Croce (14 Sett.) pane e noce

Per Santa Eufemia ( 16 Sett.) comincia la vendemmia

San Matteo (21 Sett.) addolcisce i grappoli

Per San Michele ( 29 Sett.) l'uva è come il miele

A San Michele (29 settembre) il calore va in cielo. Per San Michele la giuggiola nel paniere

Quando vedi le rondine a San Michel l'inverno arriva dopo Natale


In dialetto:

Lassa in setembre, se si pol, l'ua nera a far l'amore col sol

A San Mattìe (21 Sett.) tanta la notte e tante le die

Per lu sante Michele lu calde va in ciele

Setembar aiarôs, al met il vignâl in crôs

Luna settembrina, sette lune se trascina, e se l'ancilu se moddhra l'ale, chiove finu a natale

Da madonna de e grazzie (8 sett.) , riccojte e strazze

Settembre luna mancante, pija la 'ccetta e la ronca pisante

De san micheli, se dduma lu cannilieri

A san Michél, castégne sóta i pé

A san Michèl, la merènda la cróda zó del cél

Ol vènt de setèmber a l’ mangia la castègna e l’ biv ol vi

A san Maté, aqua denàcc o de dré




Cosa fiorisce a Settembre

I giorni di settembre hanno il calore dell’estate nelle loro ore più centrali, ma nelle sere che si allungano c’è il soffio profetico dell’autunno.”(Rowland E. Robinson)


Anemone giapponese

L’anemone produce fiori sono singoli a corolla semplice o doppia di diverso colore a seconda della varietà.

E’ caratterizzato da foglie altamente decorative, pennate e divise, di un bel colore verde brillante. Possiamo trovare varietà a fiore doppio, semidoppio e semplice, di vari colori.

Per assistere ad una fioritura straripante è consigliabile piantare l’Anemone circa un anno prima.

Si tratta di una pianta di facile coltivazione, che necessita solo di un posto all’ombra che sia riparato dai venti. Dopo la completa fioritura occorre potare tutta la sua parte aerea.

Anthemis arvensis – Camomilla falsa

L’ Anthemis arvensis nota anche come falsa camomilla è una una pianta rustica che vanta una copiosa fioritura e che viene largamente coltivata in vaso e nelle aiuole dei giardini come pianta ornamentale. Rientra a pieno titolo tra le piante che fioriscono a settembre. I suoi fiori sono simili a margherite e ricordano quelli della camomilla comune. Rappresentano una forte attrazione per le farfalle.

L’Aster

Sono noti anche come settembrini e questo fa ben comprendere il loro periodo di fioritura. Con gli Astri si possono creare allegre macchie di colore. I fiori possono essere porpora, rosa, blu, lillà. Gli Astri possono arrivare a misurare 30 ed i 75 cm di altezza. Sono note ben 250 specie di Aster che si trovano ovunque a parte l’Oceania. La loro coltivazione è piuttosto facile: amano sia l’ombra che il sole. È importante ogni 2-3 anni dividere i cespugli.

La Brugmansia regala fioriture spettacolari. I suoi profumatissimi fiori ricordano delle piccole trombette che si alzano verso il cielo la sera mentre durante il giorno restano penduli. La Brugmansia è una pianta tropicale originaria dell’America del Sud, ma molto diffusa anche in Europa come pianta ornamentale da coltivare in vaso o direttamente in giardino. Con la sua straordinaria eleganza riesce ad adattarsi perfettamente a qualsiasi spazio, trasformando giardini e balconi.

La Clematide colora settembre con le sue bellissime fioriture variamente colorate. E’ una pianta rampicante che adorna muri, pergolati, terrazze ecc.

i fiori possono essere a grappoli o riuniti in mazzetti, e possono essere di colori e dimensioni diverse.

Generalmente le clematidi possono essere divise in due gruppi: le specie a fiori di dimensioni modeste e il gruppo degli ibridi a grandi fiori. La fioritura avviene in primavera-estate, ma nelle specie ibride è più tardiva e va dall’inizio dell’estate fino all’autunno.

Il Convolvolo, nome scientifico Convolvulus, è una pianta erbacea perenne originaria dell’Asia, dell’Africa settentrionale e dell’Europa.

Ha generalmente un andamento rampicante ma può anche avere uno sviluppo arbustivo compatto con crescita in larghezza più che in altezza a seconda delle specie.

Dalla tarda primavera fino all’estate avanzata il Convolvolo regala una fioritura copiosa e spettacolare producendo grandi e bellissimi fiori la cui forma e colore variano in base alla specie; quando e’ nuvoloso ed alla sera i fiori si chiudono.

Coreopsis

La Coreopsis è un’erbacea perenne o annuale coltivata a scopo ornamentale nei giardini ed in vaso per abbellire terrazzi e balconi. Produce fiori che ricordano le margherite o le cosmee, hanno con la corolla a struttura radiale semplice o doppia, in base alla specie, composta da petali di colore giallo o arancione, che spesso hanno una punta rosso scuro alla base dei petali. La fioritura della Coreopsis avviene dalla primavera in poi e rientra pertanto anche nelle fioriture di Settembre.

La Cosmea è un’altra pianta che fiorisce a settembre. Si tratta di un’ annuale molto facile da coltivare e piuttosto rustica. E’ molto elegante e vanta un alto potere decorativo per i graziosi capolini, semplici e di colori variabili che vanno dal bianco al rosso in belle tonalità. Per ottenere una infiorescenza ottimale è consigliabile impiegare terreni leggeri e non troppo organici. La Cosmea è originaria del Messico, infatti nota anche come “astro del Messico”. Si tratta di una pianta che si presta molto bene per la formazione di grandi aiuole, per rinverdire e decorare scarpate e che è anche largamente usata come fiore reciso.

La Gaillardia è un’erbacea perenne che viene coltivata a scopo ornamentale nei giardini per aiuole e bordure, m anche in vaso per decorare terrazzi e balconi. E’ una delle piante più resistenti al mondo, ha infatti un’ottima resistenza alle basse e alle alte temperature. La Gaillardia rientra tra le piante che fioriscono a settembre. Produce fiori con i petali rossi che ai bordi sfumano verso il giallo. La Gaillardia ama la luce diretta del sole ma non tollera l’umidità.

Gaura

Alla domanda cosa fiorisce a settembre rispondete la Gaura, una perenne nota anche come,“Fior di Orchidea”. E’ originaria del Nord-America e nel periodo che va da aprile ad ottobre produce numerosi fiori candidi, costituiti da 4 petali e numerosi stami dorati tra le foglie verdi con margini rossastri della sua una piccola rosetta. I fiori sono molto belli e ricordano delle piccole orchidee. I fiori possono essere rosa, fucsia oppure bianchi La pianta richiede poche semplici cure e si può allevare anche in casa.

Tra le fioriture di settembre non possiamo non citare quella del Girasole che con i suoi petali gialli colora tutta l’estate portando allegria fino al mese di ottobre. Il Girasole appartiene alla famiglia delle Asteraceae, è una pianta annuale, che porta questo nome per la sua bella abitudine di essere rivolto sempre verso il sole. Il fiore ricorda una grande margherita gialla con un ampio bottone centrale. L’infiorescenza si sviluppa all’apice di un voluminoso, ruvido e imponente stelo fiorale che può arrivare ad un’ altezza di 1,5-2 metri.

Tra le fioriture di Settembre ci sono anche quelle del genere Nerine che comprende diverse specie di bulbose, coltivate sia come piante da vaso, sia in giardino in piena terra. La fioritura delle Nerine avviene a fine luglio o agosto e dura fino all’autunno, regalando straordinarie infiorescenze ad ombrella, con fiori dai petali ondulati. Per prolungare la fioritura, quando le piante sono coltivate in vaso, è opportuno spostare i gli stessi contenitori in zone riparate durante i primi giorni autunnali. Nessuna specie ama particolarmente le basse temperature.

Origano comune – Origanum vulgare

Ecco una tipica pianta mediterranea che si trova facilmente in tutta Italia, spontanea coltivata e cucinata.

Si perché l’origano è anche un ingrediente ampliamene utilizzato nelle ricette nostrane. Cresce senza problemi in tutta Italia sia nelle zone costiere che in montagna ma preferisce i climi temperato-caldi.

Preferisce un’esposizione soleggiata che garantisce alla pianta un maggior aroma. A settembre produce piccoli fiorellini rossastri.

La passiflora è una pianta rampicante sempreverde, apprezzata per il suo vigore e per l’alto potere decorativo dei fiori. I suoi fiori sono caratterizzati da una struttura piuttosto complessa: hanno una corolla di petali bianchi che circonda una corona di sottili filamenti a più colori che sono porpora alla base, bianchi nel mezzo ed infine azzurri all’apice. Le foglie della passiflora sono ricche di alcaloidi, flavonoidi e fitosteroli che le conferiscono numerosi benefici.

Petrorhagia saxifraga – Garofanino spaccasassi

Nota come garofanino spaccasassi la Petrorhagia saxifraga è una pianta perenne composta da piccoli cuscini che producono numerosi germogli, provvisti di foglie aghiformi, verde scuro, lucido. Ha steli sottili, molto ramificati e nel periodo che va da Giugno a Settembre, quando appaiono fiori di 5 o 6 millimetri di diametro, bianco o bianco rosato. E’ una pianta ideale per essere coltivata nei giardini rocciosi, conche e contenitori. La Brunella o Prunella è una piccola pianta medicinale che appartiene alla famiglia delle Lamiaceae. E’ originaria dell’area mediterranea ed è diffusa allo stato naturale in Europa, Asia, Africa e America del Nord e in Italia dove si può incontrare soprattutto nei boschi e lungo sentieri erbosi fino a circa 2.000 metri di altitudine. Nel mese di settembre regala delle belle infiorescenze che si manifestano come spighe dai fiori lilla e profumati.

Rehmannia

La Rehmannia è una pianta erbacea perenne a portamento cespitoso originaria della Cina. Viene coltivata a scopo ornamentale ed è adatta per essere coltivata in piena terra ed in vaso sui balconi o sulle terrazze. Produce abbondanti fioriture in estate, nei mesi che vanno da giugno a settembre. I fiori sono a forma di campanula, di colore rosa o rosso. In pieno sviluppo vegetativo la Rehmannia può raggiungere un’altezza massima di 35/ 40 centimetri.

La fioritura della Rudbeckia avviene nel periodo che va da giugno ad ottobre, quindi anche questa pianta rientra tra le fioriture di settembre. Si tratta di un pianta particolare per via dei fiori molto durevoli e spettacolari molto simili a grandi margherite, con petali aranciati che circondano il disco centrale marrone, e che crescono su fusti sottili e alti anche 1 metro. La Rudbeckia è largamente usata per abbellire aiuole, bordure, macchie e fiore reciso. Gli steli fioriti della Rudbechia raccolti in estate, hanno una lunga durata se mantenuti in acqua.

Scabiosa

La Scabiosa è un’erbacea perenne di coltivazione molto facile, Può essere allevata sia in vaso che che in giardino, soprattutto nei giardini rocciosi. La fioritura della Scabiosa va da maggio ad ottobre. Quindi questa pianta rientra a pieno titolo tra le fioriture di Settembre E’ caratterizzata da fiori singoli che fanno la loro comparsa sugli apici dei fusti cilindrici. I fiori presentano la corolla di colore lilla o viola e la gola di colore grigio argento. Rappresentano una forte attrazione per una grande varietà di farfalle.

Thunbergia

La Thunbergia è’ una pianta erbacea perenne rampicante, caratterizzata da foglie quasi sempre a forma di cuore, che può raggiungere i 5 mt di altezza. Lungo gli steli spuntano fiori tubolari color lavanda, che somigliano a campanelle, il cui colore varia dal giallo all’arancio, il centro dei fiori è caratterizzato da una macchia in colore contrastante che ha dato a questa pianta il soprannome di “Susanna dagli occhi neri”. La fioritura avviene nel periodo che va da luglio ad ottobre.

La Verbena è un’erbacea annuale e/o perenne, caratterizzata da un portamento arbustivo e cespuglioso, molto utilizzata per abbellire balconi e terrazzi. . Presenta foglie ovali e dentate, appuntite all’ estremità e con evidenti nervature. La Verbena ha un portamento ricadente che ben si adatta alla coltivazione in vaso, anche in quelli sospesi o in aiuole in piena terra. La fioritura parte da inizio giugno ed arriva fino a settembre inoltrato. I fiori sono piccoli, riuniti in infiorescenze a ombrello o a sfera e sono variamente colorati e profumati, ricordano le primule. I colori variano dal bianco al rosa, al rosso, dall’ azzurro al lilla, in tinte unite o screziati.

Tra le fioriture di settembre rientra la Zinnia una pianta annuale che può essere di varie dimensioni e che è l’ideale per abbellire aiuole e bordure. Si tratta di una pianta rustica originaria dell’ America del Sud e del Messico. La Zinnia produce fiori semplici a margherita, o doppi a pon pon, delle vere e proprie sfere di petali. Il periodo di fioritura va da giugno e si protrae fino ad ottobre. L’abbondante fioritura è una delle peculiarità della zinnia.


Fonte: https://www.edendeifiori.it/11647/cosa-fiorisce-a-settembre.php







3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page